Beppe Conte è stanchino

È appena diventato presidente del M5s, un mestiere così usurante da fargli dire che non vede l’ora di tornare a occuparsi d’altro

È stanchino, Giuseppe Conte, come Forrest Gump. È appena diventato presidente del M5s, un mestiere così usurante da fargli dire, al primo tour da politico di professione per le elezioni amministrative, che non vede l’ora di tornare a occuparsi d’altro: “Questo è un impegno stressantissimo. Lavorare così per il bene comune è una faticaccia enorme, quindi…

This post is for paying subscribers