I cantori della "complessità"

Anche a me piacerebbe vivere in un posto dal dibattito pubblico apprezzabile, seppur con le giuste sacche di risentimento e l’adeguata scarsa capacità argomentativa collocate in uno spazio definito. Non ho infatti niente contro la faziosità, purché non diventi il centro della pubblica opinione. Anche a me insomma piacerebbe vivere altrove, dove - sia chiaro - pure abbondano i cialtroni, chessò, negli Stati Uniti, con un ipotetico Alex The Battista alle prese con uno show tutto suo su Twitch o su YouTube, con il quale farebbe magari una valanga di soldi lì, a colpi di sottoscrizioni, senza affastellarsi in tv, che è vista da gente con molto tempo a disposizione.

Read →