I luogocomunisti della forca

È più sicuro stare in carcere che fuori, diceva a marzo qualche illuminato – si fa per dire – dispensatore di luoghi comuni. Ma davvero?

Durante la prima ondata, a marzo, i forcaioli avevano tentato di minimizzare l’impatto dei contagi nelle carceri, il luogo più pericoloso al mondo per la circolazione dei virus, dove la popolazione soffre di varie patologie ed è esposta dunque a rischi sanitari enormi. È più sicuro stare in carcere che fuori, diceva qualche illuminato – si fa per dire –…

This post is for paying subscribers