La neolingua di Lega e M5s

Urge attrezzarsi con questa nuova compagine governativa e parlamentare. Vanno capiti, decrittati, tradotti. Come osserva Ferdinando Giugliano, editorialista di Bloomberg, serve una guida alla “neolingua economica”, forgiata da Borghi & Bagnai, i Sussi e Biribissi della politica italiana. Anzitutto, la “flat tax” non è flat, perché le aliquote sono due, da 15 e 20 per cento, il reddito di cittadinanza non è di cittadinanza ma un reddito minimo condizionato, con la decantata flessibilità s’intende in realtà indebitamento, la pace fiscale è un condono e chiedere “maggiori risorse alla Ue” si traduce con più deficit.

Read →

Comments on this post are for paying subscribers